INVESTIRE IN P2P LENDING CONVIENE. I NUMERI DI BORSADELCREDITO.IT

01Borsadelcredito conviene rispetto ad altri strumenti di debito

Dopo un 2018 da record, anche il 2019 parte bene con 2 milioni erogati a 17 PMI italiane. Il rendimento su base annua si attesta sul 5%, più dei bond quotati, dei BTP e dei depositi

BorsadelCredito, P2P Lending italiano di prestiti alle PMI, ha registrato a gennaio 2019 un erogato complessivo di 54,384 milioni dai 52,396 di fine 2018. Una cifra più che doppia rispetto a quella registrata a gennaio 2018, quando l’erogato era ammontato a 24,619. I prestiti complessivi concessi sono 621, dai 604 di dicembre e dai 404 di un anno fa.

I 17 prestiti di Gennaio hanno avuto un taglio medio che si aggira intorno ai 117mila euro, rispetto a una media storica di 85mila euro. Il settore più attivo si conferma quello dei servizi, con il 27,1% del mercato complessivo, rincorso dal commercio al dettaglio (con una fetta del 19% dell’erogato a cui si aggiunge il 17,6% del commercio all’ingrosso); industria e produzione si attestano a quota 16,3% e l’edilizia all’7,6%.

Al netto dell’intervento del Fondo di Protezione, il rendimento di BorsadelCredito.it si conferma stabile da ormai oltre 3 anni a questa parte, al 5,01%.

Nel suo blog, BorsadelCredito.it rileva che, con questi numeri, il guadagno al netto del Fondo di Protezione e della tassazione al 26% è di oltre 370 euro su un capitale investito di 10mila euro.

01Borsadecredito confronto con altri strumenti di debitoBorsadecredito confronto con altri strumenti di debitoIl confronto con i ritorni di altri investimenti in strumenti di debito danno l’idea di quanto rilevante sia quello della piattaforma di P2P Lending. Secondo BorsadelCredito, infatti:

I fondi bond corporate a 4 e 5 stelle Morningstar – quindi i migliori della categoria – registrano ancora un rendimento negativo in un orizzonte di 12 mesi con una perdita dell’1,22%. Tuttavia guardando il rendimento in un orizzonte temporale di tre o cinque anni, il rendimento annualizzato è rispettivamente dell’1,67% e dell’1,96%: ovvero un guadagno al netto delle imposte di quasi 124 euro sui tre anni e di 145 euro sui cinque. Guadagno che, peraltro, non tiene conto delle commissioni di ingresso né di quelle di gestione dei fondi comuni.
Il 28 dicembre 2018 i BTP quinquennali hanno staccato in asta una cedola del 2,45%: 245 euro di rendimento lordo su un investimento di 10mila euro e poco più di 214 euro al netto dell’imposta agevolata al 12,5%,
I conti deposito vincolati hanno offerto un rendimento medio dello 0,63%, corrispondente a un reddito di quasi 47 euro al netto del 26% di ritenute, sul medesimo ticket di ingresso di 10mila euro.

Fonte:http://www.crowdfundingbuzz.it/investire-in-p2p-lending-conviene-i-numeri-di-borsadelcredito/

LEGGI GLI ALTRI BLOG


Disclaimer per contenuti blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. 

mapic food 2019

8/9 Maggio

 

logo N York copy

 

ImmagineCompanyProfileUK2ImmagineCompanyProfileIT2

assofranchising italiana

BrD Consulting è iscritta all'Albo Aderenti Assofranchising e ne osserva il Codice Etico.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.