Franchising, retail, business



 

Roma, chiude Burberry in via Condotti: affitto raddoppiato a 6 milioni l’anno

01burberry

Al suo posto subentra Balenciaga. 34 dipendenti licenziati con una lettera dell’azienda al sindacato: «Una beffa dopo anni di vessazioni tra videosorveglianza e perquisizioni»
di Lilli Garrone

Quasi un anticipo della Brexit: chiude la storica boutique di via Condotti di Burberry London. Le indiscrezioni parlano di un contratto scaduto e di un raddoppio dell’affitto sul quale si sta trattando fino a sei milioni di euro l’anno (Burberry attualmente pagava 3, 5 milioni): una cifra talmente «pesante», quella richiesta dalla proprietà, le famiglie Vismara e Caffarelli, che evidentemente il gruppo inglese ha deciso di non poter fronteggiare. Così al posto di Burberry si parla di Balenciaga, firma che fa parte di un altro gruppo, quello del lusso Kering che possiede fra l’altro Gucci, Saint Laurent, Pomellato e Bottega Veneta.

Le altre chiusure

Una chiusura data ormai per certa ad oltre il novanta per cento, con conseguenti 34 licenziamenti delle persone che lavoravano nella boutique di via Condotti: 740 metri quadri di collezioni monomarca, nel cuore di Roma da 15 anni, distribuiti su due piani di un edificio del XVIII secolo. La comunicazione è arrivata al sindacato direttamente dall’azienda, con i lavoratori già in agitazione: il futuro per gli addetti alle vendite della lussuosa griffe è, infatti, più che mai incerto. Una vera e propria incognita l’occupazione così come per i colleghi dei negozi di Fiumicino, in 9 sull’orlo del licenziamento causa chiusura del punto vendita del Terminal 1. «In discussione sembrerebbe anche almeno una boutique di Castel Romano.

Anticipo di Brexit

«Quella di Burberry è una vera e propria “Brexit” e a farne le spese saranno i lavoratori - denuncia Francesco Iacovone del Cobas nazionale - . Una vera e propria beffa soprattutto per quelli che per anni nel negozio di via dei Condotti hanno dovuto subire vere e proprie vessazioni tra videosorveglianza e perquisizioni». E dalla griffe inglese fanno sapere che «la decisione di Burberry non ha nulla a che vedere con la Brexit e non implica alcun effetto su altri punti vendita di Burberry nella Capitale. Chiuderemo lo store entro la metà di maggio, ma teniamo ad essere presenti a Roma e stiamo lavorando per trovare una nuova location per il nuovo store. Sfortunatamente, a seguito della chiusura di via dei Condotti, i dipendenti saranno a rischio licenziamento. Tuttavia, stiamo lavorando a stretto contatto con loro per guidarli nelle fasi successive».

Fonte:https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/19_aprile_09/roma-chiude-burberry-via-condotti-affitto-raddoppiato-6-milioni-l-anno-848e952e-5ad9-11e9-a26f-7e2e79e4f044.shtml

LEGGI GLI ALTRI BLOG


Disclaimer per contenuti blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. 

ImmagineCompanyProfileUK2ImmagineCompanyProfileIT2

Logo Store inout BrD piccoloL’idea di creare un blog giornaliero per  il mondo del retail nasce grazie ai continui feedback positivi che riceviamo dalle notizie condivise attraverso diversi canali.
Rivolto a tutte le tipologie di distribuzione presenti sul mercato: dal dettaglio ai grandi mall, dal commercio locale e nazionale alle catene di negozi internazionali, investitori, ai nostri fedeli clienti e chiunque altro è realmente interessato allo studio e all'approfondimento su ciò che guida il comportamento dei consumatori. E' anche un blog per tutti coloro i quali lavorano già nel mondo del Retail.
Verranno condivise le loro esperienze, le loro attitudini e le loro experties. Un blog di condivisione, quindi.
Ospitato sul sito della BRD Consulting, che da decenni lavora nel mondo distributivo Italiano ed Internazionale, il blog Store in & out riguarderà il business, i marchi e i comportamenti d'acquisto propri di alcune delle più grandi aziende.
Ci saranno anche notizie in lingua originale per dare evidenza dell’attenzione della nostra Azienda nei confronti del global.
È possibile raggiungere lo staff  a: info@brdconsulting.it

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.