Franchising, retail, business



 

L’anno record dell’equity crowdfunding: nel 2019 raccolti 65 milioni di euro per 138 campagne

01crowdfunding3 619x368

Vola l’equity crowdfunding: nel 2019 le 9 piattaforme attive in Italia hanno raccolto 65 milioni di euro, quasi il doppio dei 36 incassati l’anno prima.

Ma oltre ai volumi sono aumentati anche i progetti finanziati: le campagne sono cresciute dalle 113 del 2018 alle 138 degli ultimi dodici mesi. Un trend che conferma l’interesse verso uno strumento di raccolta di capitali innovativo e alternativo a quello bancario: in cambio di un investimento anche di poche decine di euro si ottiene una quota della società che viene finanziata (un’altra forma di crowdfunding è quella del P2P Lending, in questo caso il finanziamento dei privati, sempre di piccolo taglio, è remunerato dagli interessi).

La maglia rosa del settore in Italia è Mamacrowd che ha chiuso l’anno con 68 campagne e 29 milioni di euro raccolti. “Questo è uno strumento flessibile e semplice che da un lato risponde all’esigenza degli investitori di aggiungere al proprio portafoglio un asset class sinora riservata ai professionali e dall’altro offre alle pmi l’occasione di finanziare in maniera efficiente i propri piani d’impresa e acquisire credibilità sul mercato dei capitali” dice Dario Giudici, il co­fondatore di SiamoSoci (controllante di Mamacrowd).

Tra le campagne chiuse con successo nel 2019 su Mamacrowd, il primo posto per capitali raccolti spetta a StartupItalia: per finanziare il progetto di trasformazione della media company in un incubatore per l’innovazione e le startup ha raccolto 2,6 milioni di euro con oltre 2mila nuovi piccoli azionisti.

Ha superato i 2,1 milioni di euro (436% di overfunding) anche la seconda campagna di Green Energy Store, la startup dell’efficienza energetica che ha sviluppato un sistema di accumulo organico per le energie rinnovabili basato sul chinone. I fondi raccolti nel 2019 vanno ad aggiungersi al milione di euro ottenuto con la prima campagna realizzata da GES nel 2017: con 3 milioni di euro totali, Ges è la società che ha raccolto più soldi sul mercato italiano grazie all’equity crowdfunding.

“Campagne come quelle di Green Energy Storage – prosegue Giudici – dimostrano come le startup che hanno fatto più di una campagna sulla nostra piattaforma hanno avuto successo perché sono state in grado di dimostrare che le risorse raccolte in precedenza hanno generato una crescita del business e quindi del valore aziendale per gli investitori”.

Numeri importanti anche per Kippy che sviluppa dispositivi in grado di localizzare il proprio animale domestico, monitorare le sue attività quotidiane e capire in tempo reale i suoi bisogni: la Pmi ha raccolto 1,1 milione di euro (229% di overfunding). Ad affidarsi all’equity crowdfunding anche Epicura il primo poliambulatorio digitale in Italia che permette di prenotare in modo semplice e tempestivo visite mediche e socio-assistenziali nel luogo e all’orario preferito dal paziente: il progetto ha chiuso la campagna raccogliendo un milione di euro (240% di overfunding).

Anche MamaClean, la boutique online specializzata nella cura dei capi attraverso il servizio di lavanderia a domicilio 7 giorni su 7 dalle 7:00 alle 23:00, con la campagna su Mamacrowd ha raccolto adesioni per oltre 1,1 milioni di euro.

Giuliano Balestreri

Fonte:https://it.businessinsider.com/lanno-record-dellequity-crowdfunding-nel-2019-raccolti-65-milioni-di-euro-per-138-campagne/


Disclaimer per contenuti blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. 

fiera Japan 2020

 

FEP anim UK 245x350 P3

 

ImmagineCompanyProfileUK2ImmagineCompanyProfileIT2

Logo Store inout BrD piccoloL’idea di creare un blog giornaliero per  il mondo del retail nasce grazie ai continui feedback positivi che riceviamo dalle notizie condivise attraverso diversi canali.
Rivolto a tutte le tipologie di distribuzione presenti sul mercato: dal dettaglio ai grandi mall, dal commercio locale e nazionale alle catene di negozi internazionali, investitori, ai nostri fedeli clienti e chiunque altro è realmente interessato allo studio e all'approfondimento su ciò che guida il comportamento dei consumatori. E' anche un blog per tutti coloro i quali lavorano già nel mondo del Retail.
Verranno condivise le loro esperienze, le loro attitudini e le loro experties. Un blog di condivisione, quindi.
Ospitato sul sito della BRD Consulting, che da decenni lavora nel mondo distributivo Italiano ed Internazionale, il blog Store in & out riguarderà il business, i marchi e i comportamenti d'acquisto propri di alcune delle più grandi aziende.
Ci saranno anche notizie in lingua originale per dare evidenza dell’attenzione della nostra Azienda nei confronti del global.
È possibile raggiungere lo staff  a: info@brdconsulting.it

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.