Franchising, retail, business



 

Cu_cina a Monti chiude, dopo Romeo un altro caso: la crisi dei format gourmet a Roma

01cu cina stella shi

Cu_cina a Monti chiude, dopo Romeo un altro caso: la crisi dei format gourmet a Roma. La notizia corre veloce: Cu_cina è in vendita (qui c’è anche l’annuncio).

Il ristorante messo in piedi nel 2017 dalla talentuosa e giovanissima Stella Shi starebbe quindi per chiudere. Non c’è ancora ufficialità, ma sono in corso trattative per cedere il locale di via Salita del Grillo, a Monti. Una notizia ferale, perché Cu_cina è uno dei migliori ristoranti di Roma e Stella una delle chef più promettenti, con la sua capacità di ibridare la cucina romana con piatti e ingredienti di origine orientale.

Eppure, in attesa di saperne di più e di capire i motivi, non si può trattare questo caso come un caso singolo. Perché da tempo a Roma, e non solo, è in atto una crisi profonda: quella che riguarda i ristoranti gourmet, con un cucina di grande qualità, ambizioni stellari e costi egualmente alle stelle. La clientela è scarsa, i pochi che ci vanno apprezzano molto, ma non bastano a far tornare i conti. Basta fare una rapida panoramica per capire che, sotto grandi sempreverdi come La Pergola o Per Me, altri arranchino e chiudano. E’ stato il caso, recentissimo, di Romeo e Giulietta, il ristorante gourmet di Cristina Bowerman, opera faraonica a Testaccio che ha ceduto di schianto di fronte agli alti costi e bassi profitti (chiusi anche Frigo e Cups a Testaccio). Stessa sorte per Perpetual, la bellissima “astronave” di via Labicana che ha dovuto cambiare formula, visto che i prezzi altissimi avevano scoraggiato molti clienti. Poi c’è il caso di Epiro, che da ristorante di grandi ambizioni si è trasformato in un’azzeccatissima formula bistrot, lasciando ai gemelli di Nizza la parte gourmet. E ancora Stazione di Posta, che scontava un contesto, il pratone popolare di Testaccio, poco congruo. Ha cambiato abito e chef in un battibaleno anche Stile Libero, con Max Mariola, diventato Sinatra. Ed è durata meno di un anno l’avventura del San Giorgio, il ristorante di Andrea Viola, che ha annunciato il trasferimento dalla sede di viale del Vignola. Da Penna D’Oca si è allontanato da non molto anche lo chef Massimiliano Valente. Voci di difficoltà anche per il Simposio e non sono certo pieni ristoranti di enorme qualità come Metamorfosi o lo spin off di Pianostrada Pianoalto. Marzapane è rimasto invece gourmet, anche dopo l’addio della chef Alba Esteve Ruiz.

Insomma, un’ecatombe o quasi. C’è da interrogarsi su cosa non funzioni. Se il problema sia Roma (con la sua eterna decadenza) e i romani, cioè se non ci sia una clientela sufficientemente matura per apprezzare e frequentare ristoranti così impegnativi, per cucina e prezzi. O se la gente si sia stufata di questi format e voglia sperimentare qualcosa di diverso. Noi abbiamo provato qui a raccontare la passione per le trattorie di qualità e i rischi di un’eccessiva tendenza al format e alla ristorazione ambiziosa. Forse il futuro è di locali di qualità ma a misura di cliente, come Santo Palato, il nuovo Epiro, Cesare al Casaletto, Trattoria Pennestri.

La chef Stella Shi di Cu_cina non ha apprezzato l’articolo, minacciandoci di querele. A suo dire, “il problema non è la chiusura, ma il modo in cui inserite la notizia in un contenuto fuorviante che lede l’immagine del mio ristorante”. “La vendita del ristorante non riguarda assolutamente il fallimento dell’attività, ma motivazioni esclusivamente personali”.
Noi ci limitiamo a replicare che abbiamo dato le notizie – chiusura del ristorante e vendita -, che non ci pare siano state smentite, e le abbiamo inserite in un contesto. Che a dire della chef è “fuorviante”, negando che ci sia una crisi del format gourmat e che il suo ristorante ne sia vittima. Ognuno ha le sue opinioni, noi abbiamo dato una notizia vera e raccontato un fenomeno, senza mai minimamente accostare la chiusura a qualsivoglia “fallimento”, ma raccontando che molti ristoranti gourmet sono in difficoltà. Nel far questo, peraltro, ci siamo sperticati in lodi per Cu_cina. Riprendiamo dall’incipit: “Il ristorante messo in piedi nel 2017 dalla talentuosa e giovanissima Stella Shi starebbe quindi per chiudere. Non c’è ancora ufficialità, ma sono in corso trattative per cedere il locale di via Salita del Grillo, a Monti. Una notizia ferale, perché Cu_cina è uno dei migliori ristoranti di Roma e Stella una delle chef più promettenti, con la sua capacità di ibridare la cucina romana con piatti e ingredienti di origine orientale”. Ribadiamo quindi la stima e le auguriamo la migliore fortuna, ben lieti di ospitare ulteriori argomentazioni in merito, se vorrà. Un saluto.

Fonte:https://www.puntarellarossa.it/2020/01/22/cu_cina-a-monti-chiude-dopo-romeo-un-altro-caso-la-crisi-dei-format-gourmet-a-roma/


Disclaimer per contenuti blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. 

fiera Japan 2020

 

FEP anim UK 245x350 P3

 

ImmagineCompanyProfileUK2ImmagineCompanyProfileIT2

Logo Store inout BrD piccoloL’idea di creare un blog giornaliero per  il mondo del retail nasce grazie ai continui feedback positivi che riceviamo dalle notizie condivise attraverso diversi canali.
Rivolto a tutte le tipologie di distribuzione presenti sul mercato: dal dettaglio ai grandi mall, dal commercio locale e nazionale alle catene di negozi internazionali, investitori, ai nostri fedeli clienti e chiunque altro è realmente interessato allo studio e all'approfondimento su ciò che guida il comportamento dei consumatori. E' anche un blog per tutti coloro i quali lavorano già nel mondo del Retail.
Verranno condivise le loro esperienze, le loro attitudini e le loro experties. Un blog di condivisione, quindi.
Ospitato sul sito della BRD Consulting, che da decenni lavora nel mondo distributivo Italiano ed Internazionale, il blog Store in & out riguarderà il business, i marchi e i comportamenti d'acquisto propri di alcune delle più grandi aziende.
Ci saranno anche notizie in lingua originale per dare evidenza dell’attenzione della nostra Azienda nei confronti del global.
È possibile raggiungere lo staff  a: info@brdconsulting.it

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.