Franchising, retail, business



 

Open innovation nel food: perché Rovagnati e Ambrosi investono in Bella & Bona, startup tedesca di italiani

01Bellla e Bona 800x550

Le aziende alimentari hanno partecipato a un finanziamento da 3 milioni di euro, guidato dall’acceleratore Plug&Play, per Bella & Bona, startup di Monaco di Baviera che offre una mensa online B2B. Gabriele Rusconi (Rovagnati): “Investiamo in startup del Made in Italy”. Giuseppe Ambrosi: “Così entriamo in un nuovo settore”

Due grandi aziende del settore alimentare, Rovagnati e Ambrosi, hanno deciso di investire in una giovane realtà innovativa fondata in Germania da tre italiani, Bella & Bona, che offre una mensa online business to business. A “B&B” è arrivato un nuovo round di finanziamento da 3 milioni di dollari. L’investitore principale è Plug and Play, la più grande piattaforma di open innovation al mondo e primo acceleratore internazionale di startup. Nato in Silicon Valley negli anni 2000, dall’anno scorso ha una sede anche a Milano e un focus ben preciso: food & beverage.

Finanziamenti aggiuntivi per Bella & Bona sono arrivati appunto da Rovagnati, attivo nel settore dei salumi, e da Ambrosi (ambito caseario), più un angel investor come Giacomo Perotta e altri investitori con un forte background imprenditoriale (manager che sono stati o sono attualmente in Mckinsey, BCG, JP Morgan, Goldman Sachs, Rocket Internet, Foodora) .

Che cosa fa Bella & Bona
Co-fondata a Monaco di Baviera nel 2018 da Niccolò Lapini, Matteo Cricco (rispettivamente CEO e CFO) e da Niccolò Ferragamo (come angel investor per il finanziamento iniziale), Bella & Bona è una mensa aziendale online che offre una selezione di pasti di qualità appena preparati, consegnati agli uffici aziendali ad un prezzo accessibile. Grazie alle sue operazioni scalabili e ai suoi investimenti nell’automazione dei dati e delle tecnologie, Bella & Bona mira a fornire costantemente alimenti di alta qualità, ottimizzare i valori nutrizionali, ridurre al minimo i ritardi e operare a margini di contribuzione più elevati rispetto a servizi di consegna B2C standard. In meno di 12 mesi, B&B ha consegnato più di 50.000 pasti a più di 10.000 dipendenti, riducendo i rifiuti e le emissioni di CO2 grazie alla consegna aggregata, al sistema di produzione semplificato, agli imballaggi ecocompatibili e alla riduzione degli scarti alimentari. Dal lancio commerciale, 11 mesi fa, B&B è cresciuta (i ricavi del 2019 hanno raggiunto 1 milione di dollari), ha triplicato l’organico e ha acquisito più di 50 clienti aziendali tra cui Siemens, Mindspace e Mates. Nel 2020, Bella & Bona intende aprire diverse sedi in tutta la Germania, tra cui Francoforte e Berlino.

Perché Rovagnati e Ambrosi investono in una startup tedesca
L’interesse di Rovagnati per le startup Made in Italy
Gabriele Rusconi, Managing Director di Rovagnati, spiega: “In Rovagnati selezioniamo con cura e investiamo in forti startup innovative che riportano un comprovato track record di successo, con un netto posizionamento di mercato e focus sull’unicità del made in Italy. Bella & Bona sta rapidamente creando un business sostenibile attraverso un nuovo percorso verso il mercato, mostrando alte prestazioni, un elevato impegno e quindi un chiaro percorso verso la redditività. Grazie all’eccezionale servizio di Bella & Bona, saremo in grado di sfruttare il potenziale digitale per raggiungere un numero di consumatori in rapida crescita ed espandere la nostra presenza nel canale online foodservice. Saremo lieti di aiutare e far parte di questo progetto che servirà un nuovo mercato “blu ocean”, potenzialmente ben oltre i confini attuali”.

Ambrosi e l’ingresso in un nuovo settore della ristorazione

Giuseppe Ambrosi, Presidente del Gruppo Ambrosi, aggiunge: “Ad Ambrosi siamo costantemente alla ricerca di opportunità per affrontare i nostri mercati chiave in modi diversi. Dato che Bella & Bona si concentra molto sulla qualità dei pasti e sulla costruzione di forti relazioni con i suoi fornitori, crediamo che possa essere un partner degno e vantaggioso. Sappiamo che spingerà il nostro marchio in modo efficace, ma soprattutto Bella & Bona ci permetterà di attingere alla nuova ondata del settore della ristorazione e dei servizi alimentari con un vantaggio competitivo”.

Che cosa farà Bella & Bona con il nuovo finanziamento
L’azienda investirà ulteriormente in tecnologia, automazione dei processi robotici e analisi predittive per aumentare l’efficienza delle “dark kitchen” (le cucine centralizzate, “chiuse”, dove vengono prodotti i piatti che poi saranno consegnati con il food delivery), prevedere meglio le esigenze dei clienti e migliorare l’esperienza utente sul suo sito web e sulle sue app.

George Damouny, Partner di Plug and Play Ventures, ha commentato: “Noi di Plug and Play siamo rimasti molto colpiti dalla dedizione e dalla passione del team di Bella & Bona, dall’alto tasso di crescita del loro business e dal chiaro percorso verso la redditività. Investire in Bella & Bona è stata per noi una grande opportunità per espandere il nostro portafoglio alimentare in Europa, e siamo entusiasti di continuare a sostenerli nel loro percorso verso un enorme successo”.

Niccolo Lapini, CEO e co-fondatore di B&B , ha dichiarato: “Questo è un momento emozionante per Bella & Bona mentre ci prepariamo a lanciare il nostro servizio in più città in Germania, Austria e Svizzera. Continuiamo nella nostra strategia puntando a diventare la più grande mensa digitale B2B della regione. Si tratta di un’opportunità di 13 miliardi di dollari nella sola Germania, ma il livello storico di servizio finora è stato incredibilmente basso. Crediamo fermamente che concentrarsi su B2B e investire in tecnologia, automazione e scalabilità in tutta la catena del valore possa migliorare notevolmente la soddisfazione, la salute e la convenienza dei clienti, oltre ad avere un impatto positivo. Questo nuovo round di finanziamento e la partnership con Plug and Play, Rovagnati e Ambrosi sono pietre miliari per il futuro dell’azienda”.

Fonte:https://www.economyup.it/innovazione/open-innovation-nel-food-perche-rovagnati-e-ambrosi-investono-in-bella-bona-startup-tedesca-di-italiani/


Disclaimer per contenuti blog

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. 

fiera Japan 2020

 

FEP anim UK 245x350 P3

 

ImmagineCompanyProfileUK2ImmagineCompanyProfileIT2

Logo Store inout BrD piccoloL’idea di creare un blog giornaliero per  il mondo del retail nasce grazie ai continui feedback positivi che riceviamo dalle notizie condivise attraverso diversi canali.
Rivolto a tutte le tipologie di distribuzione presenti sul mercato: dal dettaglio ai grandi mall, dal commercio locale e nazionale alle catene di negozi internazionali, investitori, ai nostri fedeli clienti e chiunque altro è realmente interessato allo studio e all'approfondimento su ciò che guida il comportamento dei consumatori. E' anche un blog per tutti coloro i quali lavorano già nel mondo del Retail.
Verranno condivise le loro esperienze, le loro attitudini e le loro experties. Un blog di condivisione, quindi.
Ospitato sul sito della BRD Consulting, che da decenni lavora nel mondo distributivo Italiano ed Internazionale, il blog Store in & out riguarderà il business, i marchi e i comportamenti d'acquisto propri di alcune delle più grandi aziende.
Ci saranno anche notizie in lingua originale per dare evidenza dell’attenzione della nostra Azienda nei confronti del global.
È possibile raggiungere lo staff  a: info@brdconsulting.it

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.